Moschea di Hagia Sophia

Visita la Moschea di Santa Sofia

Lo skyline di Istanbul è dominato dalla moschea di Santa Sofia e dai suoi minareti. Questa, non solo è una delle attrazioni turistiche più notevoli della Turchia, ma è anche una conquista scientifica e architettonica del suo tempo. L'UNESCO ha riconosciuto la sua forte influenza culturale, includendo la grande struttura nella lista dei siti del patrimonio culturale mondiale. Nel suo periodo d'oro, si credeva che il monumento fosse stato costruito con l'assistenza divina. L'intricata storia di questo maestoso monumento, ci insegna che ha subito diverse trasformazioni nel corso degli anni. Continua a leggere la pagina per saperne di più sulla moschea di Santa Sofia.

Moschea di Santa Sofia - Punti salienti

Moschea di Santa Sofia
  • Nel 1453, l'impero ottomano prese il controllo di Costantinopoli e Santa Sofia fu presa in consegna dal sultano Mehmed. Per la prima volta nella storia della città, le preghiere islamiche del venerdì furono tenute a Santa Sofia, convertendola a moschea.
  • Le truppe saccheggiarono e si impadronirono di Santa Sofia, come loro bottino di guerra.
  • Successivamente, furono messi in atto piani di rinnovamento di Santa Sofia, tramite i quali furono distrutte le vecchie reliquie e iconografie cristiane, sostituendole con elementi islamici come i minareti.
  • Fino al 1849, sotto il sultano Abdulmejid, ebbero luogo ulteriori restauri, nei quali furono aggiunti grandi medaglioni, colonne neo-bizantine e marmo ottomano.
  • Nel 1935, la Repubblica di Turchia ha proclamato il monumento museo di Santa Sofia. Nel 2018, il museo è stato nuovamente proclamato moschea di Santa Sofia.

Uno sguardo da vicino alla moschea di Santa Sofia

Nei 14 secoli della sua esistenza, la moschea di Santa Sofia è stata testimone di innumerevoli eventi storici. La maestosità della sua architettura non ha rivali. Di seguito, un approfondimento al passato e al presente di questo monumento.

Moschea di Santa Sofia

Storia

Fin dalla sua costruzione sotto l'impero bizantino, Santa Sofia era una chiesa venerata. Nel 1453, la conquista ottomana portò alla caduta di Costantinopoli. Sotto il dominio ottomano, la chiesa fu convertita in moschea per la prima volta. La prima preghiera del venerdì nella moschea fu tenuta il 1° giugno 1453. In seguito, furono aggiunti a Santa Sofia diversi elementi architettonici, in modo da renderla più conforme a una moschea. Questi elementi includevano un mimbar, un mihrab, un palco per i predicatori e balaustre di legno.

Per i successivi 482 anni, la Moschea di Santa Sofia mantenne la sua designazione religiosa. Il cortile meridionale del monumento ospita i mausolei di Murat III, Mehmet III e Selim II. Il battistero di Santa Sofia fu convertito nei mausolei di Mustafa I e del sultano Ibrahim.

Nel 1935, il presidente del paese e fondatore della Repubblica di Turchia, Mustafa Kemal Atatürk, annunciò che la nota moschea di Santa Sofia avrebbe assunto la denominazione di museo.

Moschea di Santa Sofia

Architettura

Dopo la caduta di Costantinopoli, l'allora fatiscente chiesa di Santa Sofia divenne il punto focale dei saccheggi da parte delle truppe ottomane. Ciò portò a ulteriori danni alla struttura. Mehmed II ordinò immediatamente l'inizio delle ristrutturazioni e ne fece la prima moschea imperiale di Istanbul.

Prima del 1481, alla moschea di Santa Sofia fu aggiunto un piccolo minareto nell'angolo sud-ovest, seguito da un altro nell'angolo nord-est prima del 1512. Dopo il 1566, la moschea dovette essere ampiamente rinforzata utilizzando strutture di supporto aggiuntive.

Il sultano Abdulmejid I ordinò una vasta ristrutturazione della moschea di Santa Sofia nel 1847, facendola completare in due anni. I fratelli architetti svizzero-italiani Gaspare e Giuseppe Fossati si occuparono della riparazione di alcune colonne, della messa in sicurezza delle volte, del rafforzamento della cupola e della ridecorazione dell'esterno e dell'interno della moschea. Nel 1850, una nuova maqsurah fu aggiunta alla navata settentrionale della moschea di Santa Sofia.

La moschea di Santa Sofia, oggi

La Moschea di Santa Sofia ha mantenuto il titolo di museo fino al 2020, diventando una delle attrazioni turistiche più popolari e rinomate del mondo. Il presidente turco, Recep Tayyip Erdoğan, ha iniziato una campagna per riconvertire il museo in moschea. La prima preghiera nella nuova moschea di Santa Sofia si è tenuta il 24 luglio 2020.

Prenota i biglietti per Santa Sofia

Biglietti Santa Sofia Istanbul: Ingresso prioritario, tour e audio guida

Biglietti per cellulari
Conferma Istantanea
Durata: 30 min
Cancellazione gratuita
Salta la Coda
Altri dettagli +

Biglietti Santa Sofia: ingresso con visita guidata

Biglietti per cellulari
Conferma Istantanea
Durata: 1 h
Cancellazione gratuita
Salta la Coda
Altri dettagli +

Visita Salta la Coda alla Basilica di Santa Sofia con una guida esperta

Biglietti per cellulari
Conferma Istantanea
Durata: 1 h
Cancellazione gratuita
Salta la Coda
Altri dettagli +

Istanbul Museum Pass: Visita guidata + Accesso Salta la Coda

Biglietti per cellulari
Conferma Istantanea
Altri dettagli +