Sommario

Tutto quello che c'è da sapere sulla chiesa di Santa Sofia

La maestosa Santa Sofia è uno dei monumenti culturalmente più significativi della città di Istanbul. Riconosciuta come patrimonio mondiale dall'UNESCO, Santa Sofia ha vissuto attraverso secoli, imperi e catastrofi per raccontare la storia dell'umanità. Questo celebre punto di interesse fu inizialmente costruito come una chiesa, considerata il punto di culto principale per il mondo cristiano sotto l'Impero Romano d'Oriente. Sebbene sia stata successivamente convertita in moschea, in museo e ora di nuovo in moschea, la Chiesa di Santa Sofia vanta una ricca storia alle spalle.

Un breve sguardo alla Chiesa di Santa Sofia

Chiesa di Santa Sofia
  • Santa Sofia era inizialmente conosciuta come Magna Ecclesia (che significa Grande Chiesa) a causa delle sue dimensioni significativamente grandi.
  • La sua costruzione risale a più di 14 secoli fa, essendo stata consacrata per la prima volta nel 360 d.C. dal vescovo Eudoxius di Antiochia, durante il regno di Costanzo II.
  • Tutte le regioni del grande Impero Bizantino hanno avuto un ruolo nella costruzione della chiesa: il marmo verde proveniva dall'Egitto, la pietra gialla dalla Siria e la pietra nera dalla regione del Bosforo.
  • Nel periodo della sua costruzione, Santa Sofia fu distrutta due volte: prima durante i disordini del 404 d.C. e poi di nuovo nel 532 d.C. durante la rivolta di Nika.
  • Per potenziare ed abbellire l'interno di Santa Sofia furono utilizzate le colonne del Tempio di Artemide.
  • Solo per completare la costruzione della cupola di Santa Sofia sono state impiegate le forze di 10.000 lavoratori.

Uno sguardo da vicino alla chiesa di Santa Sofia

La Chiesa di Santa Sofia è parte importante della potente storia bizantina. La sua bellezza portò la gente a credere che la sua costruzione avesse richiesto un intervento divino. Ecco uno sguardo più da vicino alla sua storia e alla sua costruzione.

Chiesa di Santa Sofia

Storia

La chiesa originale nel sito attuale di Santa Sofia fu costruita accanto al Gran Palazzo di Costantinopoli. La chiesa di Sant'Irene era considerata la cattedrale principale, nel periodo in cui la Grande Chiesa era ancora in costruzione. La maggior parte della struttura attuale di Santa Sofia fu costruita sotto l'imperatore Giustiniano I dopo che la chiesa fu distrutta nel 532 d.C.

Durante il dominio dell'Impero Romano a Costantinopoli nel XIII secolo, la chiesa di Santa Sofia divenne una cattedrale cattolica romana. Dopo essere caduta in disuso e aver subito danni a causa dei terremoti, la chiesa fu chiusa e nel 1354 furono ordinate le sue riparazioni.

La Chiesa di Santa Sofia fu al centro di in un'unione non accettata tra la Chiesa cattolica occidentale e la Chiesa ortodossa orientale. Le masse allora, iniziarono ad evitare la cattedrale, credendo che fosse infestata da demoni. È stato ampiamente riportato che i residenti locali avessero visto lo Spirito Santo abbandonare la chiesa di Santa Sofia giorni prima che Costantinopoli cadesse sotto l'assedio ottomano nel 1453.

Chiesa di Santa Sofia

Architettura

Tale fu la soddisfazione di Giustiniano I dopo la costruzione della Grande Chiesa, che si dice abbia dichiarato di aver superato Salomone. Grazie agli architetti Isidoro di Mileto e Anthemius di Tralles, il vasto interno fu creato con una struttura complessa. La navata è sormontata da una cupola centrale, che si trova ad un'altezza di 55,6 metri dal livello del pavimento e poggia su un porticato di 40 finestre ad arco. Le riparazioni della sua struttura hanno lasciato la cupola di forma alquanto ellittica.

Dalla sua costruzione, in diverse occasioni la chiesa di Santa Sofia ha subito danni a causa di terremoti e negligenza. Uno dei maggiori progetti di ristrutturazione fu guidato dall'imperatore Basilio II nel X secolo, che restaurò la cupola caduta della chiesa e aggiunse quattro grandi affreschi di cherubini, una nuova iconografia di Cristo sulla volta, la Sindone di Cristo, e sull'abside, una nuova rappresentazione della Vergine Maria che culla Gesù, in mezzo agli apostoli Pietro e Paolo.

La Chiesa di Santa Sofia oggi

La Chiesa di Santa Sofia fu trasformata in moschea nel 1453 sotto gli ottomani e poi in un museo nel 1935 sotto la Repubblica di Turchia. Santa Sofia è rimasta un museo fino al 2020 ed è stata una delle destinazioni di viaggio più famose e rinomate del mondo. Oggi, questo gioiello di Istanbul, è stato ri-designato a moschea.




Prenota i biglietti per Santa Sofia

Biglietti d'ingresso per la Basilica di Santa Sofia
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
Durata flessibile
Audio-guida
Altri dettagli
a partire da
32,50 €
Tour guidato della Basilica di Santa Sofia con biglietti Salta la Coda
Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
1 h
Tour guidato
Altri dettagli
a partire da
39 €
Combo: tour guidato di Cisterna Basilica + Moschea Blu + Santa Sofia con biglietti Salta la Coda
Cancellazione gratuita
Validità estesa
Conferma Istantanea
4 h
Tour guidato
Altri dettagli
a partire da
89 €
Offerta combo: visita guidata della Moschea di Santa Sofia e della Moschea Blu con biglietti d'ingresso
Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
3 h
Tour guidato
Altri dettagli
a partire da
56 €
Offerta combinata: tour guidato di Santa Sofia con biglietti Salta la Coda opzionali per Palazzo Topkapi e Cisterna Basilica
Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
Durata flessibile
Audio-guida
Altri dettagli
a partire da
85 €
Combo: Tour guidato del Palazzo Topkapi + Hagia Sophia + Moschea Blu con biglietti Skip-the-Line
Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
Durata flessibile
Audio-guida
Altri dettagli
a partire da
109 €
Istanbul Top Museums Pass di 3 giorni: Visita guidata con biglietti d'ingresso
Cancellazione gratuita
Conferma Istantanea
Biglietti per cellulari
Durata flessibile
Tour guidato
Altri dettagli
a partire da
159 €